Roberto Dall’Olio: La morte di Berta Caceres

| 3 Marzo 2016 | Comments (0)

 

Berta Caceres (nella foto in alto), l’ecologista indigena honduregna che nel 2015 aveva ottenuto il massimo riconoscimento mondiale per le lotte ambientaliste, il Premio Goldman, è stata uccisa nella notte tra il 2 e il 3 marzo nella sua casa di La Esperanza, nell’est del paese centroamericano in quella che molti hanno definito un’esecuzione annunciata. Due uomini, ha raccontato Hugo Maldondo, presidente del Comitato per la difesa dei diritti umani, hanno fatto irruzione nella casa di Caceres intorno all’una del mattino (le 7 in Italia) e l’hanno freddata a colpi di arma da fuoco. L’anno scorso Berta Caceres  aveva ricevuto il premio Goldman perché si era si era mobilitata contro il progetto della diga di Agua Zarca. A suo parere lo sbarramento sul fiume Gualcarque , considerato sacro dai lenca poneva a rischio “l’approvvigionamento di acqua, alimenti e medicine di centinaia di indigeni , ignorando il loro diritto a una gestione sostenibile del loro territorio”. Come ha commentato Erika Guevara Rosas responsabile per le Americhe di Amnesty International l’uccisione di Berta caccerei ” è una tragedia che si poteva prevedere da anni  perché vittima da anni di una campagna di minacce e intimidazioni a causa della sua lotta ambientalistica”

 

 

LA   MORTE  DI  BERTA  CACERES

 

il tuo popolo

è antico

più delle montagne

le montagne

vennero

dopo del tuo popolo

tu eri antica

nel tuo popolo

la grande sorgente

della vostra terra

assetava

gli assetati

di dollari

più nuovi

di una nuvola

nei tuoi cieli

di pioggia

ti sei opposta

al grande esproprio

della ricchezza

la tua vita

ora

ti è stata

espropriata

ma

il sangue

della giustizia

è più antico

della morte

 

Category: Ambiente, Donne, lavoro, femminismi, Osservatorio America Latina, Osservatorio internazionale

Avatar

About Roberto Dall'Olio: Roberto Dall'Olio (1965) è attualmente Assessore all'intercultura, valorizzazione dei beni culturali e sport del Comune di Bentivoglio (Bologna). È membro del direttivo bolognese dell'Anpi. Poeta e autore dal forte impegno civile, insegna Storia e Filosofia al Liceo Classico "Ariosto" di Ferrara. Ha vinto il concorso nazionale di poesia va pensiero a Soragna (Parma).Tra le sue pubblicazioni: Entro il limite. La resistenza mite in Alex Langer (La Meridiana, 2000); Per questo sono rinato (Pendragon, 2005); La storia insegna (Pendragon, 2007); Il minuto di silenzio (Edizioni del Leone, 2008), La morte vita (Edizioni del Leone, 2010).

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.