Associazione Liberarsi: Una lettera raccomandata per Salvatore Ritorto

| 29 Agosto 2015 | Comments (0)

 

 

Diffondiamo e invitiamo a inviare una raccomandata a Salvatore Ritorto

 

PER SALVATORE RITORTO

Care amiche e amici,

vi facciamo conoscere questa storia che non riusciamo da qualche mese a risolvere e che ci coinvolge molto.

La nostra associazione di volontariato Liberarsi – Firenze, porta avanti un progetto di una collana di libri, intitolata “L’evasione possibile”. Gli autori sono detenuti, con lunga pena (spesso ergastolani) e reclusi in sezioni speciali (41 bis e AS). La collana è stampata dall’editrice Sensibili alle Foglie ed è nata con l’appoggio della Chiesa Valdese tramite fondi raccolti tramite l’8 per 1000. Vi parliamo in particolare del libro di Salvatore Ritorto, condannato all’ergastolo, attualmente detenuto nella sezione a 41 bis del carcere di Viterbo. Salvatore ha intitolato il suo libro: “Il prigioniero libero”, pensieri, emozioni, considerazioni dall’ergastolo. E’ uscito nel giugno 2015, ma ancora nessuna copia è arrivata nelle sue mani. Ai detenuti nelle sezioni a 41 bis non possono essere mandati libri, né dai familiari, né dagli amici, né dai loro avvocati, l’unico modo è acquistarli tramite l’impresa interna al carcere, quella che vende i dentifrici e i detersivi (per esempio). Nel caso di Salvatore non sappiamo per quale motivo non gli hanno comprato una copia del suo libro, anche perché la corrispondenza tra la nostra associazione e il nostro amico detenuto è stata bloccata e non ne conosciamo i motivi. Il 41 bis è un regime di tortura di    cui troppo poco si parla e quasi niente si conosce, ma che nulla ha a che fare con la nostra Costituzione.

Cosa vi chiediamo? Di scrivere una lettera raccomandata (la posta normale non arriva) a Salvatore con un breve testo di cui vi forniamo un esempio, ma che potrete personalizzare e cambiare:

 

CARO SALVATORE,

SAPPIAMO CHE E’ USCITO UN TUO LIBRO DA TE INTITOLATO: “IL PRIGIONIERO LIBERO”. SAPPIAMO ANCHE CHE DOPO TRE MESI NON NE HAI ANCORA UNA COPIA IN CELLA. RITENIAMO CHE QUESTO SIA UN TUO DIRITTO. TI ESPRIMIAMO LA NOSTRA SOLIDARIETA’ E CI RIVOLGIAMO A TE COME AD UN FRATELLO, AD UN COMPAGNO, AD UN AMICO, A SECONDA DELLA NOSTRE DIVERSE VISIONI POLITICHE, SOCIALI E RELIGIOSE CHE ABBIAMO.

TI SIAMO VICINI, UN ABBRACCIO …

 

L’indirizzo di Salvatore è: SALVATORE RITORTO, STRADA SS. SALVATORE, 14/B – 01100 VITERBO

Se vuoi ricevere una copia del libro puoi richiederla all’Editore Sensibili alle foglie o a Giuliano Capecchi,via Cintoia Alta, 58 – 50027 Strada in Chianti (FI). Saremmo felici di poter presentare questo libro nella tua città e di discutere con te e con tue amiche e amici sull’ergastolo e sul 41 bis.

Il testo è anche in www.liberarsi.org

Fai girare questa iniziativa, sarebbe bello che a Salvatore arrivassero numerose lettere. Fatti viva o vivo anche con noi

l’Associazione Liberarsi

 

Category: Carceri, Libri e librerie

Avatar

About Redazione: Alla Redazione operativa e a quella allargata di Inchiesta partecipano: Mario Agostinelli, Bruno Amoroso, Laura Balbo, Luciano Berselli, Eloisa Betti, Roberto Bianco, Franca Bimbi, Loris Campetti, Saveria Capecchi, Simonetta Capecchi, Vittorio Capecchi, Carla Caprioli, Sergio Caserta, Tommaso Cerusici, Francesco Ciafaloni, Alberto Cini, Barbara Cologna, Laura Corradi, Chiara Cretella, Amina Crisma, Aulo Crisma, Roberto Dall'Olio, Vilmo Ferri, Barbara Floridia, Maria Fogliaro, Andrea Gallina, Massimiliano Geraci, Ivan Franceschini, Franco di Giangirolamo, Bruno Giorgini, Bruno Maggi, Maurizio Matteuzzi, Donata Meneghelli, Marina Montella, Giovanni Mottura, Oliva Novello, Riccardo Petrella, Gabriele Polo, Enrico Pugliese, Emilio Rebecchi, Enrico Rebeggiani, Tiziano Rinaldini, Nello Rubattu, Gino Rubini, Gianni Scaltriti, Maurizio Scarpari, Angiolo Tavanti, Marco Trotta, Gian Luca Valentini, Luigi Zanolio.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.