Karl-Ludwig Schibel: La banalità del bene

| 17 Novembre 2012 | Comments (0)

 

 

 


E’ stato tenuto nei giorni 8-9 settembre a Città di Castello il XXVI convegno di studi

organizzato da l’Altrapagina dal titolo “ L’esperienza umana e l’enigma del

male”. Questa sintesi del suo intervento è stata pubblicata su L’Altrapagina

on line. Karl-Ludwig Schibel è un ambientalista coordinatore di Alleanza per

il Clima e della Fiera utopie concrete

 

 

Nel suo contributo al convegno “L’esperienza umana e l’enigma del male” Ágnes

Heller ha saputo dipingere un ampio quadro, dai filosofi greci ai nostri

giorni, per ragionare sul male, quello naturale e quello morale. Più proseguiva

nel suo discorso e più mi prendeva un profondo disagio a causa l’irrilevanza

del suo discorso per la situazione della stragrande maggioranza dei presenti.

Il male cui si riferiva questa grande filosofa è quello con la “M” maiuscola, il male

sotto forma di genocidio, campi di concentramento e gulag.

 

Comunemente i dilemmi cui ci si trova di fronte nell’Italia del 2012 sono molto

più banali, mentre le risposte a come comportarsi per non fare del male non

sono per niente semplici.


Poco dopo il convegno de l’altrapagina si è discusso ai Colloqui di Dobbiaco

di “Suolo: la guerra per l’ultima risorsa”. Un acceso dibattito ha affrontato il conflitto

tra l’uso dei campi per coltivare cibo e piante energetiche. «La svolta energetica

richiede l’uso delle biomasse», ragionava uno dei partecipanti, «io questa

svolta energetica la voglio e sono convinto che ci siano delle soluzioni al

conflitto cibo-energia rinnovabile». Infatti, coerentemente alle sue asserzioni, era

arrivato a Dobbiaco con la sua automobile a metano, un carburante fossile

con basse emissioni di CO2 che compensa pagando – in rapporto alla sua percorrenza

annuale – una quota a un produttore di biogas che si obbliga di immettere

nella rete l’equivalente di quanto l’automobile ha bruciato in metano. Così la sua

coscienza è a posto. Per una parte consistente del pubblico dei colloqui

invece la produzione di biogas non fa parte della soluzione, ma del problema:

aumenta i prezzi dei prodotti alimentari, e quindi la fame nel mondo, e contribuisce

alla distruzione dei suoli poiché gli impianti per la sua produzione funzionano

in buona parte con mais coltivato su grandi superfici in un sistema agro-industriale.

Non viviamo (fortunatamente) in tempi che richiedono atti eroici.

 

Fare bene o fare male è al contempo complesso e banale e richiede la tolleranza delle

ambiguità e la disponibilità a mettere in discussione le proprie azioni quotidiane

e i comportamenti di routine.

 

 

Category: Culture e Religioni, Storia della scienza e filosofia

Avatar

About Redazione: Alla Redazione operativa e a quella allargata di Inchiesta partecipano: Mario Agostinelli, Bruno Amoroso, Laura Balbo, Luciano Berselli, Eloisa Betti, Roberto Bianco, Franca Bimbi, Loris Campetti, Saveria Capecchi, Simonetta Capecchi, Vittorio Capecchi, Carla Caprioli, Sergio Caserta, Tommaso Cerusici, Francesco Ciafaloni, Alberto Cini, Barbara Cologna, Laura Corradi, Chiara Cretella, Amina Crisma, Aulo Crisma, Roberto Dall'Olio, Vilmo Ferri, Barbara Floridia, Maria Fogliaro, Andrea Gallina, Massimiliano Geraci, Ivan Franceschini, Franco di Giangirolamo, Bruno Giorgini, Bruno Maggi, Maurizio Matteuzzi, Donata Meneghelli, Marina Montella, Giovanni Mottura, Oliva Novello, Riccardo Petrella, Gabriele Polo, Enrico Pugliese, Emilio Rebecchi, Enrico Rebeggiani, Tiziano Rinaldini, Nello Rubattu, Gino Rubini, Gianni Scaltriti, Maurizio Scarpari, Angiolo Tavanti, Marco Trotta, Gian Luca Valentini, Luigi Zanolio.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.