Oliva Novello: La casa oltre il fiume

| 14 Ottobre 2016 | Comments (0)

 

 

 

 

La casa oltre il fiume

 

Nelle stanze

che non hanno più la

forma del ricordo

cerco un’eco,

l’eco d’una voce

di tenerezza colma,

il mio nome sulle

labbra di colui che

tra i primi m’avvolse

con amore grande.

 

Le mie mani

ancora piccole

accarezzavano senza

paura rughe profonde,

tra irti peli

che pungevano una

pelle di velluto.

 

I nomi dei cavalli

recitati tutti in fila

e quel racconto

del gran fatto d’una vita;

poi la guerra ed

il suo marchio alla base

della nuca, ferita

da percorrere con

le dita lungo solchi

scuri di vecchiaia.

 

E il gran tabarro

che con gesto d’eleganza

rotear faceva,

ritto sulla schiena,

mentre sotto spioventi

baffi d’una gioia

piena mi sorrideva

prima di partire.

 

Tra vociar di bimbi e

sguardi colmi

d’amore, qui

presi a tessere

la tela larga

d’affetti che

m’accompagna ancora

nella vita.

 

La poesia fa parte della raccolta “Un petalo al giorno” (Raccolta 2012-2016), Il mio libro 2016

Category: Animali e piante, Arte e Poesia

Avatar

About Oliva Novello: Oliva Novello nasce a Mirano (Venezia), dove tuttora vive, nel 1949. Ha svolto il suo lavoro nell’amministrazione scolastica. Amante dell’arte e della musica ha seguito per diverso tempo corsi di entrambe le discipline; da parecchi anni è corista nel gruppo musicale “Guido Cingano Ensemble”-Classic Sound, Associazione Culturale e di volontariato di cui è anche presidente. Ha fatto il suo esordio sulla scena della scrittura poetica nel 2010 con la collezione “Esitan…do”- versi in libertà; è del 2011 la seconda collezione “Foglie”- Raccolta di versi.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.