Roberto Dall’Olio: La canzone dei tre Oceani

| 8 Giugno 2015 | Comments (0)

 

 

 

L’8 giugno 2015 è  la giornata mondiale degli Oceani e il poeta dedica questa canzone di viaggio ad una signora delle acque

 

 

con voi madame

per primo

si aprì

l’Atalantico

colato

dai barattoli

il suo blu

annerito

dall’eterno

infinito

scorrere

nel violaceo

tramonto

sotto le colonne

di Ercole

passando

e ripassando

con una matita

leggera

leggera

trascrissi

gli avverbi

delle nuvole

su quei fogli

freddi

di acqua impennata

fino ad Atlantide

riscoperta

patria

della memoria

del mondo

sulle grandi gobbe

di questo dromedario

del deserto

marino

che fa camminare

le utopie

nei giardini

della sapienza

tra le tuniche

delle etére

nelle danze

notturne

ai porti

di isole

anacoluti

campati

in cielo

e diari

di un filo

rosso

che si dirige

al Nuovo Mondo

di là

dall’altra parte

di Atlantide

come briciole

di ricordi

per il cammino

arcipelaghi

e la terra

infine

che coltivò

la nostra

seconda vita

 

a seguire

madame

fu il Pacifico

dove trovammo

il paradosso

incarnato

nel nome

maestoso

di portento

di ventosa violenza

pioggia di storia

e l’uomo distrutto

dall’uomo

estinto

dalla materia

in polvere

ma fu là

nel Pacifico

che scoprimmo

l’antichità

dei nostri cuori

delle Galapagos

come uova

sulla sabbia

calda

bianca

lucente

pronti a schiudersi

l’uno all’altro

i nostri cuori

della preistoria

nel fazzoletto

di Pasqua

scrutammo

il mistero

della morte

e della memoria

la traccia

indelebile

e il nulla

potenza

fragilità

la poesia

tutta ricamata

sulla barriera

corallina

superstite

che emana

il sorriso

degli arcobaleni

appoggiammo

le menti

sulla vita

per terzo

madame

fu l’Indiano

col suo struggente

muoversi

nel crogiolo

del colore

intriso nella fiaba

tropicale di pesci

lussureggianti

ignoti

misteriosi

fondali

una specie

unica

di parole

coniate

dalla poesia

sempre uguali

sempre diverse

e tutti

gli estremi

del vento

e della calma

che imbiancava

di rosso

la soffitta

dei nostri

sguardi

lì l’antico

è già nato

civile

la sapienza

era all’inizio

un fiore

completo

un blocco

granitico

di pensiero

l’abbondanza

della vita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Ambiente, Arte e Poesia, Osservatorio internazionale

Avatar

About Roberto Dall'Olio: Roberto Dall'Olio (1965) è attualmente Assessore all'intercultura, valorizzazione dei beni culturali e sport del Comune di Bentivoglio (Bologna). È membro del direttivo bolognese dell'Anpi. Poeta e autore dal forte impegno civile, insegna Storia e Filosofia al Liceo Classico "Ariosto" di Ferrara. Ha vinto il concorso nazionale di poesia va pensiero a Soragna (Parma).Tra le sue pubblicazioni: Entro il limite. La resistenza mite in Alex Langer (La Meridiana, 2000); Per questo sono rinato (Pendragon, 2005); La storia insegna (Pendragon, 2007); Il minuto di silenzio (Edizioni del Leone, 2008), La morte vita (Edizioni del Leone, 2010).

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.