Dario Vassallo: L’uccisione di mio fratello Angelo Vassallo sette anni fa. Questo è un paese strano

| 25 luglio 2017 | Comments (0)

 

 

Su segnalazione di Sergio Caserta diffondiamo questo intervento Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo pubblicato su Il manifesto Bologna 25 luglio 2017


C’era un articolo su “La Città”, “Caso Alfieri, chiesta un’ispezione. Cirielli si rivolge al Ministro della Giustizia. Accuse prescritte per i tempi lunghi”. Il caso Alfieri, con le accuse di corruzione all’ex sindaco di Agropoli andate in prescrizione quando il processo di primo grado era appena cominciato, arriva all’attenzione del ministro.

È il deputato Edmondo Cirielli a presentare al ministro della Giustizia Andrea Orlando un’interrogazione parlamentare a risposta scritta in cui chiede di valutare

“per promuovere iniziative ispettive presso il tribunale di Salerno… per reati scoperti nel 2009, ma commessi nel biennio 2007- 2008, si è arrivati alle prime udienze solo nel 2014. Il procedimento penale è quello denominato “Due Torri bis”, seconda tranche di un’inchiesta su una serie di appalti affidati dalla Provincia di Salerno fino al 2008, quando Franco Alfieri era assessore ai lavori pubblici della giunta del centro sinistra.

Era il 31 luglio 2013 quando la procura firmò l’avviso di chiusura indagini per ottanta indagati, più di 1 anno dopo, il 10 ottobre 2014, il giudice dell’udienza preliminare dispose il rinvio a giudizio di 77 imputati, con accuse che andavano dall’associazione a delinquere, al falso alla turbativa d’asta. Nei confronti di Franco alfieri (ora consigliere regionale, delegato all’agricoltura) era stata formulata una sola ipotesi di reato: corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, in forza di rivelazioni di due costruttori che lo avevano accusato di aver intascato denaro per favorirli negli appalti negli anni in cui era assessore provinciale ai lavori pubblici”.

Il processo “Due Torri bis” nasce dal processo “Strade Fantasma”, a sua volta iniziato dopo l’uccisione di mio fratello, Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica, che aveva denunciato la non completa realizzazione della strada Celso di Pollica-Casal Velino Marina. Le denunce furono ben 7, non viste dall’allora assessore ai Lavori Pubblici, Franco Alfieri.

Dopo la sua uccisione la procura di Salerno avviò un’indagine, stabilendo che le strade erano circa una dozzina, strade pagate e mai completamente realizzate e, da queste denunce ha avuto origine il processo “Due Torri bis”.

Questo è un Paese veramente strano. Nel processo “Strade Fantasma”, né il Comune di Pollica né il Comune di Casal Velino si sono costituiti parte civile, eppure la strada non realizzata interessava i loro territori. Perché? Tantomeno essi si sono costituiti nel processo “Due Torri bis” dove noi siamo tra i pochissimi ad essersi costituiti parte civile, eppure le amministrazioni danneggiate sono state tante.

Questo è un Paese strano dove tutti dimenticano o meglio fanno finta di dimenticare che “Appartamenti confiscati dimenticati in cambio di aiuto elettorale. Indagato sindaco di Agropoli, consigliere di De Luca” (21 marzo 2016, IlFatto Quotidiano.it).

Questo è un Paese strano: 26 novembre 2016, “La Città di Salerno”, “Incentivi ai funzionari: tra gli indagati anche il sindaco Alfieri” e c’è anche il fratello della Capozzolo (Pd).

Questo è un Paese strano dove in tanti e soprattutto a Roma non hanno detto nulla sul fatto che, durante le elezioni regionali in Campania del 2015, a Roma, Franco Alfieri veniva considerato incandidabile, a Napoli De Luca lo nominava Consigliere Regionale con delega all’agricoltura.

Questo è un Paese strano, dove il Partito Democratico autorizza sagre e feste nel giorno dell’uccisione del suo sindaco e deputati della cosiddetta “destra” da sempre stanno sul pezzo e pongono tanti interrogativi e da sempre e adesso non esca il figlio di… dicendo: “Io ho fatto questo o quest’altro, perché non hai fatto nulla”.

Questo è un Paese strano dove per educazione devi come minimo ringraziare l’onorevole Edmondo Cirielli, sulla carta un avversario politico di mio fratello, ma che durante questi lunghi anni si è comportato sempre da amico , continuando a cercare la verità.

Questo è un Paese strano e distratto dove l’operato della nostra Fondazione viene visto da una parte politica come una cosa anomala e che dovrebbe vivere di marginalità, ma – ahimè – vi ha detto male.

Il nostro progetto “Pulizia dei Fondali Marini” è stato selezionato nel 2016 dal Dipartimento di Stato Usa tra 25 progetti al mondo come il migliore e, presentato il 15 settembre a Washington alla Conferenza Mondiale sugli Oceani e in Italia nessuno proferisce parola. Perché?

Questo è un Paese strano dove la nostra proposta di legge sulla “Pulizia dei Fondali Marini” presentata in Commissione Ambiente e approvata nella Legge di Stabilità 2015, grazie alla tenacia dall’Onorevole Oreste Pastorelli, ma non si sa come (si sa benissimo e chi) durante l’iter parlamentare perde il nome di Angelo Vassallo e scompare totalmente ogni riferimento alla Fondazione a lui dedicata.

In questi 7 anni ho messo in colonna diverse cose e inizialmente le definivo coincidenze, ma non sono tali, sono un’altra cosa.

 

Category: Ambiente, Osservatorio Sud Italia

About Sergio Caserta: Sergio Caserta è nato a Napoli. Studi in materia giuridica ed economica, dirigente di organizzazioni ed imprese cooperative, attualmente vive a Bologna e si occupa di marketing e comunicazione d'azienda. Formatosi nel PCI di Berlinguer, coordina l'Associazione per il Rinnovamento della Sinistra (www.arsinistra.net). Nel 2005 fu tra i promotori della rete "Unirsi" (www.unirsi.it). Già consigliere provinciale di Sinistra Democratica, oggi aderisce a Sinistra Ecologia e Libertà. Attualmente coordina il Manifesto Circolo di Bologna

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.