Mamme per la vita: Lettera a Babbo Natale. Attento con le tue renne, a Oliveto ci sono i piloni di Terna !

| 23 Dicembre 2015 | Comments (0)

 

Riceviamo da Maurizio Scarpari questa Lettera di Natale alternativa scritta il 23 dicembre 2015 dal Comitato Mamme per la vita che si battono contro i piloni di Terna che devastano in Sicilia zone come quella di Oliveto. Su questa battaglia vedi precedenti numeri di www. inchiesta on line rubrica “Osservatorio Sicilia” e “Ambiente”

*

Vado su facebook a vedere se c’è qualche messaggio e la prima cosa che mi appare è lo stato di un papà perplesso con su scritto “Incredibile! Asia preoccupata per Babbo Natale e le sue renne a causa dei piloni della Terna a Rometta…Speriamo bene!”.

Leggo testuali parole nella lettera a Babbo natale “Stai attento a Oliveto che ci sono i piloni della Terna! Buon viaggio, ti aspetto a Rometta”. Oliveto è una località Romettese dove passano i piloni di Terna, cmq un posto lontano dall’abitazione della bimba.

 

 

Il papà mi ha detto che una volta la bambina di soli 8 anni, gli chiese cosa fossero quei grandi tralicci e lui le spiegò. In questo periodo che tutti i bimbi scrivono la letterina a Babbo Natale la bambina ha voluto sapere da suo padre quale fosse il nome del posto dove sono stati “piantati” i piloni e chi li ha messi.

Il risultato è quello che c’è scritto nella lettera. Evidentemente è rimasta così colpita da preoccuparsi anche per Babbo Natale e le sue renne.

Io non potevo credere a ciò che avevo visto, infatti a pranzo insieme ai miei figli pensavo a come si possano condizionare e impaurire anche i pensieri dei più piccoli.

Noi pranziamo, ma purtroppo di fronte ammiriamo ogni giorno la devastazione di Terna nel nostro paese, in quanto la nostra casa è attorniata da piloni, il più lontano a circa 100 mt di distanza. Per non far mancare nulla a quanto già successo, mentre eravamo a tavolo mio figlio di quasi 5 anni mi sorprende anche lui dicendo ”Mamma colorare il mondo é bellissimo, gli alberi sono verdi, perché non è tutto grigio! I piloni non devono esistere in questo mondo, i fili non devono esistere mandano troppa corrente”.

A queste parole anch’io sempre più turbata e pensierosa di ciò che comporta quest’opera nella mente dei nostri bambini, mi chiedo come sia possibile che i bambini di tenera età si facciano questi problemi e la gente comune, gli amministratori e i nostri politici che sono persone adulte non si pongano nessuna domanda sull’impatto che tale opera avrà per la salute dei cittadini e sul territorio? Saranno extraterrestri? In ogni caso questi bimbi che sono il nostro futuro sono l’orgoglio della nostra società. Lo scrivo da mamma ma da persona che vede troppo menefreghismo, superficialità e rassegnazione.

Bene questo deve essere di esempio e di stimolo a tutti noi per continuare a lottare per il nostro territorio, affinchè i nostri figli abbiano una vita più spensierata e salubre.

 

IL COMITATO

Mamme per la Vita

 

 

 

Category: Ambiente, Osservatorio Sicilia

About Maurizio Scarpari: Maurizio Scarpari ha insegnato Lingua cinese classica dal 1977 al 2011 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove ha ricoperto diverse cariche accademiche, tra le quali quelle di Prorettore Vicario, Presidente del Consiglio dei Direttori di Dipartimento, Direttore del Dipartimento di Studi sull’Asia Orientale, componente del Consiglio di Amministrazione, del Senato Accademico e dell’Advisory Board dell’Università Ca’ Foscari. È stato anche Presidente di Ca’ Foscari Formazione e Ricerca S.r.l. e componente del Consiglio di Amministrazione dell’Ente per il Diritto allo Studio Universitario (ESU) di Venezia. Le sue ricerche riguardano principalmente la Cina pre-imperiale, i settori privilegiati sono il filologico-linguistico classico, l’archeologico e quello relativo alla storia del pensiero filosofico antico e alla sua incidenza sul pensiero politico attuale. È autore di oltre un centinaio di libri e articoli scientifici. Tra i suoi ultimi libri si segnalano Il confucianesimo. I fondamenti e i testi (Torino, Einaudi 2010) e Mencio e l’arte di governo (Venezia, Marsilio 2013). Per la collana Grandi Opere Einaudi ha curato la serie in più volumi La Cina (2009-2013). Per Inchiesta ha di recente pubblicato il saggio “Confucianesimo e religione” nel dossier “Passato e presente nella Cina d’oggi” curato da Amina Crisma (Inchiesta, XXXXIII, 181, pp. 64-96: 76-85). Insieme a L. Lanciotti ha curato la mostra di arte e archeologia cinese Cina. Nascita di un Impero (Roma, Scuderie del Quirinale, 2006-2007), insieme a S. Rastelli ha curato la mostra Il Celeste Impero. Dall’Esercito di Terracotta alla Via della Seta (Torino, Museo di Antichità, 2008), insieme a S. De Caro ha curato il catalogo della mostra I due imperi. L’aquila e il dragone. Ha inoltre fatto parte del Comitato Scientifico delle mostre 7000 anni di Cina. Arte e archeologia cinese dal Neolitico alla Dinastia degli Han (Venezia, Palazzo Ducale, 1983), Cina a Venezia. Dalla Dinastia Han a Marco Polo (Venezia, Palazzo Ducale, 1986), Cina 220 A.C. I guerrieri di Xi’an (Roma, Palazzo Venezia, 1994), Cina. Alla corte degli Imperatori. Capolavori mai visti dalla tradizione Han all’eleganza Tang (25-907) (Firenze, Palazzo Strozzi, 2008), I due imperi. L’aquila e il dragone (Milano, Palazzo Reale, 2010; Roma, Curia Iulia e Palazzo Venezia, 2010-2011).

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.