Vilmo: Questo è il tempo per piantare i nostri alberi

| 22 Settembre 2014 | Comments (0)

 

 

 

Vilmo Ferri (rubriche di www.inchiestaonline.it di “arte e poesia” e “welfare e salute” del 18 febbraio 2014)  oltre a presiedere la portineria della Cgil di Bologna, scrive poesie, pianta alberi e porta con il suo furgone rosso aiuti di ogni genere alle popolazioni della ex Jugoslavia. Questa volta sono pubblicate sei sue poesie sugli alberi. Buona lettura e ricordatevi, come scrive Vilmo, che “bambini si nasce, alberi si diventa” e che “i miei alberi mischiati ai vostri colori/ possono essere una grande foresta”.

 

 

 


1. Vilmo: Questo è il tempo per piantare i nostri alberi

 

C’è un tempo per ogni cosa

Questo è il tempo per amare

E far nascere nel nostro cuore

I colori dell’amore vero

Quell’amore che ci spinge a cercare la vera felicità

Da dare agli altri

 

C’è un tempo per ogni cosa

Questo è il tempo di piantare gli alberi

Dove ci andranno a giocare i tuoi arcobaleni

Piangono le mie lacrime

Però sono lacrime di gioia

Per te che mi stai leggendo

 

C’è un tempo per ogni cosa

Questo è il tempo per amare ciò che siamo

Così i fanciulli del futuro

Saranno più liberi di vivere

Nella pienezza di un mondo migliore

 

 

 

2. Vilmo: Amici alberi

 

Siete voi fratelli alberi

Che senza chiedere nulla

Sostenete il cielo

Giocate con le stella

E date dimora ai bambini del futuro.

     

Siete voi fratelli alberi

Che in cambio di nulla

Mi date tanto

Dentro ai miei perché

Ci sono le mie incertezze

I miei se e i miei ma.

Fratelli alberi

Siete voi che malgrado tutto

Continuate a darmi la gioia di vivere

Grazie per tutto ciò che fate

Un aiuto vero da me lo avrete sempre.

 

3. Alberi

 

Ascolto il respiro sussurrato dei loro pensieri

Delle loro emozioni che sembrano usciredal niente

Ci regalano la gioia delle vita,

Grande come un’ emozione che sembra uscire dal niente.

 

Ci regalano la gioia della vita,

Grande come un emozione che può durare un attimo per sempre

Vastità di colori e profumi. Loro contengono il cielo, io apro il mio

Cuore per donargli il mio amore

 

 


4. Vilmo: Pianto i miei alberi giorno dopo giorno

 

Nel silenzio del mio cuore

Mescolavo i colori del mio esistere

 

Cominciò così la mia avventura

Mille anni fa

Con dei sogni da realizzare

Avevi smarrito la mia felicità

Perché i miei colori

Me li vedevo circondati da mille guerre

E un fiume di bambini che andava incontro alla fame

 

Qualunque rimedio sia

Lavoro con gioia e parsimonia

 

Pianto i miei alberi

Giorno dopo giorno, attimo dopo attimo

 

Non cerco solamente la mia felicità.

 

E’ soltanto aiutando il prossimo

Che il mio cuore arriverà a conoscere

La vera gioia dell’esistere

 

Avevo smarrito la luce perfetta della mia esistenza

Finché un bel giorno

Guardando seriamente dentro al mio cuore

Ho capito che da solo non sarei andato da nessuna parte,

Però i miei alberi mischiati ai vostri colori

Possono essere una grande foresta

 

 

 

 

5. Vilmo: Se fossi un albero vi maledirei (contro tutte le guerre)

 

Bambini squartati da bombe intelligenti

Fiumi di sangue sopra a delle strade troppo piene di parole inutili

La fame si ruba le notti con il suo carico di morte

In quei vicoli ci sono i tridti lamenti di donne violentate

Le nuvole piangono e se ne vanno altrove a bagnare gli alberi

Un’altra guerra giusta ci dicono quei finti politici

Non hanno ritegno e nemmeno vergogna

Se fossi iun albero vi maledirei

Se fossi iun fiore vi maledirei

Se fossi un fiume vi maledirei

Se fossi un bambino vi maledirei

Piangono le mie lacrime e si mescolano con il triste volare delle rondini

Brandelli di carne sopra a quelle strade vuote d’amore

Si perché l’amore è una roba giusta

Siate maledetti voi che ci rubate il futuro

Siate maledetti per tutta la vita

La vostra piccola vita

 

 

6.Vilmo: Un pianto di foglie

 

Cadute le foglie dai rami l’albero

Triste aspetta l’imbrunire dell’autunno e piange

 

 

 

Tags:

Category: Ambiente, Arte e Poesia, Welfare e Salute

Avatar

About Vilmo Ferri: Vilmo Ferri, lavora alla Cgil dell'Emilia Romagna ed è un poeta impegnato da molti anni col suo furgone rosso in attività umanitarie con il suo Progetto Vilmo reso possibile dall'User Emilia Romagna. Ecco come si presenta: "Sono un ospite della terra. Si, la Terra mi ospita, ecco perché ne porto il massimo rispetto. Gli umani stanno uccidendo tutte le foreste. La massima distruzione sta avvenendo in Amazzonia, il più grande polmone del mondo. Ogni mese vengono distrutti 200 chilometri quadrati di foresta. 200 chilometri quadrati di foresta, un delirio. E’ da vent’anni che porto aiuti di ogni genere – vestiti, derrate alimentari, scarpe e quant’altro – nella ex Jugoslavia. Tutti i mesi da vent’anni il furgone rosso parte per aiutare tutti quei profughi. In Bosnia Erzegovina ce ne sono ancora tanti, oltre ottantamila. Donne, anziani e bambini che vivono nella miseria più totale. Non è facile fare il Vilmo con il furgone rosso. Però mi fa sentire un bravo ospite della Terra. In questi anni ho cercato di fare del mio meglio. Chi salva un bambino salva il mondo. Allora sono ben felice di poter dire che ho salvato il mondo tante volte, si, tante volte e continuerò a farlo"

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.