Roberto Dall’Olio: Ankara

| 13 Ottobre 2015 | Comments (0)

 

 

Ankara

gli occhi sbarrati

sbarrati

gli occhi

è giovane

è salva

i suoi compagni

dilaniati

affettati

sbranati

dal gorgo esploso

ad Ankara

il paese al galoppo

del vento

sul tappeto anatolico

capitale giovane

tra i millenni

giovane lei

gli occhi sbarrati

sbarrati

gli occhi

è giovane

non sa

se credere

a cosa credere

se crederà

mai più

in qualcosa

la donna

le cui parole

come gocce

sullo specchio

sono righe

di frantumi

di una coscienza

la sua

di una vita

la sua

dell’ideale

il loro

dentro ai pugni

aperti

della pace…

 

la pace

i pacifisti

loro tutti

i suoi amici

dilaniati

spazzati via

risucchiati

nel gorgo…

chi sono gli amici

quando solo

si ringhia

la parola

nemico

i Curdi

i terroristi islamici

l’intelligence

le bugie di Erdogan

i Russi

gli Americani

altri

altri

altri

chi sono gli amici

chi sono gli amici

ripete lei

occhi sbarrati

giovane cerva

senza più bosco

lei che non

sopporta

di essere

sopravvissuta

 

Category: Arte e Poesia, Osservatorio internazionale

Avatar

About Roberto Dall'Olio: Roberto Dall'Olio (1965) è attualmente Assessore all'intercultura, valorizzazione dei beni culturali e sport del Comune di Bentivoglio (Bologna). È membro del direttivo bolognese dell'Anpi. Poeta e autore dal forte impegno civile, insegna Storia e Filosofia al Liceo Classico "Ariosto" di Ferrara. Ha vinto il concorso nazionale di poesia va pensiero a Soragna (Parma).Tra le sue pubblicazioni: Entro il limite. La resistenza mite in Alex Langer (La Meridiana, 2000); Per questo sono rinato (Pendragon, 2005); La storia insegna (Pendragon, 2007); Il minuto di silenzio (Edizioni del Leone, 2008), La morte vita (Edizioni del Leone, 2010).

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.