Dichiariamo illegale la povertà e non i poveri

| 21 Agosto 2012 | Comments (0)

 

 

La rivista “Inchiesta” aderisce alla iniziativa “Dichiariamo illegale la povertà” che inizierà l’8 settembre 2012 in occasione della 19^ Marcia per la giustizia Agliana-Quarrata promossa annualmente dalla Rete Radié Resh, Libera e dalle istituzioni come i Comuni di Agliana e Quarrata, la Provincia di Pistoia ai quali quest’anno aderiscono anche Università del Bene Comune e Associazione Monastero del Bene Comune. Per partecipare alla marcia il ritrovo è ad Agliana, p.zza Gramsci ore 18 e l’arrivo è previsto a Quarrata, p.zza Risorgimento ore 20.45

Seguiranno gli interventi di

Bruno AMOROSO, economista

Luigi CIOTTI, Libera

Robin COUTURE, presidente collettivo “Pour un Québec sans pauvreté” (Canada)

Riccardo PETRELLA, Università del Bene Comune

Antonietta POTENTE, teologa domenicana (Bolivia)

Antonello MANGANO, scrittore, fondatore terrelibere.org

 

1. Gli obiettivi della iniziativa

Poveri non si nasce, lo si diventa. La povertà é un “prodotto“ della società. Piuttosto che di poveri bisogna parlare di impoveriti. Negli anni ’50-’80 i paesi scandinavi sono riusciti a creare delle società senza poveri, perché lo hanno voluto e perché hanno creduto nell’uguaglianza tra tutti i cittadini rispetto al diritto ad una vita umana decente. Negli Stati Uniti, invece, il numero di impoveriti non ha cessato di crescere (oggi supera i 50 milioni su 300) perché si tratta di una società che crede nell’inuguaglianza “naturale” tra i cittadini anche rispetto ai diritti umani e sociali formalmente riconosciuti.

“Dichiariamo illegale la povertà” significa batterci per mettere fuori legge le cause strutturali che generano ed alimentano i processi d’impoverimento di interi popoli, gruppi e categorie sociali.

Fra le cause strutturali ci sono:

  • le disposizioni legislative, come leggi o misure amministrative (nel campo del lavoro, relative alla fiscalità ed alle tasse, riguardo l’accesso ai servizi pubblici di base….)
  • istituzioni locali, nazionali, internazionali, come gli istituti bancari specializzati nelle operazioni finanziarie speculative….
  • le pratiche sociali collettive, come quella di pensare che “i poveri” sono naturalmente più potenziali criminali degli altri

Concretamente significa che in 5-6 paesi pilota del mondo cercheremo nei prossimi cinque anni di mettere fuori legge una o due leggi, una o due istituzioni, una o due pratiche sociali collettive che sono all’origine dell’impoverimento, perché produttrici di processi di arricchimento ingiusto, inuguale e predatorio.

L’obiettivo dell’iniziativa “Dichiariamo illegale la povertà” é di ottenere nel 2018 a 70 anni dalla “Dichiarazione Universale di Diritti dell’Uomo”, l’adozione di una risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che affermi la legittimità della messa fuori legge dei fattori che sono all’origine di una ricchezza inuguale, ingiusta e predatoria e quindi dei processi di impoverimento e di creazione dei poveri.

Le sole battaglie che si perdono sono quelle che non si combattono! Non si può accettare che oggi ci siano 3 miliardi di impoveriti ed accontentarci di “avere la fortuna”, come si dice, di….. non essere fra loro.

 

2. Il gruppo dei promotori


L’elenco dei promotori in ordine alfabetico è:

Adami Gloria

COSPE Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti – Verona

Amoroso Bruno

Centro studi economici F. Caffè, Univ. di Roskilde (Danimarca)

Angelucci Elisabetta e Benatti Emanuele

Rete Nuovi Stili di Vita – Reggio Emilia

Bacciotti Elena

Oxfam Italia – Arezzo

Baranes Andrea Morreale Antonio

Fondazione Culturale Responsabilità Etica – Roma

Bertell Lucia

Coop. Studio Guglielma -Verona

Capecchi Vittorio

Università di Bologna

Ceriani Giovanni

Work in Progress – Verona

Ciotti Luigi

Gruppo Abele – Libera – Torino

Dorigatti Michele

Federazione Trentina della Cooperazione – Trento

Khocktali Moshen

Centro Islamico UCOII – Verona

Kidané Elisa Cugini Jessica

Rivista Conbonifem – Verona

Gesualdi Francesco

Centro Nuovo Modello di Sviluppo – Pisa

Ghibelli Pierluca

Responsabile Internazionale Consorzio Coop. Sociali – Milano

Libanti Paola e Mazzer Alessandro

Ass. Monastero del Bene Comune – Verona

Menin Mario

Rivista Missione Oggi – Brescia

Melandri Eugenio

Chiama l’Africa – Roma

Mestrum Francine

Global Justice Network – Belgio

Mirandola Giuseppe

Migrantes – Verona

Molinarolli Jolanda

Fiom Verona – Gr.Donne

Moretti Franco e Zordan Raffaello

Rivista Nigrizia – Verona

Musacchio Roberto

Ass. Osservatorio Europa – Roma

Nicoletto Silvano

Comunità Stimmatini Sezano – Verona

Nicolis Roberto

Centro Sportivo Italiano – Verona

Petrella Riccardo

Università del Bene Comune

Petrucci Gianpaolo

Agenzia di Stampa ADISTA – Roma

Piessou Jean-Pierre

Slysajah -Verona

Prieri Paolo

ATAC – No Tav – Torino

Rossi Achille

Rivista Altrapagina – Città di Castello

Sentinelli Patrizia

Ass. Altramente – Roma

Sparviero Lorenzo

Ass. Sviluppo della persona

Teodosi Nicoletta

C.I.L.A.P. Collegamento Italiano Lotta alla Povertà – Roma

E.A.P.N. European Anti Poverty Network

Terino Jonathan

Federazione Chiese Evangeliche in Italia

Vermigli Antonio

Rete Radiè Resch – Pistoia

Zanotelli Alex

Rivista Mosaico di Pace – Firenze

Zullo Marco

Terraè – Pordenone

 

3. Per contatti

 

Gruppo promotore iniziativa

Dichiariamo Illegale la Povertà

c/o Ass. Monastero del Bene Comune

Via Mezzomonte, 28 37142 Verona

t. 045 4853060 / 347 2256997 – f. 045 550811

e-mail: dichiariamoillegalelapoverta@gmail.com

 

Contatti Stampa: Alessandro Mazzer t. 349 8126644

 

Category: Dichiariamo illegale la povertà, Osservatorio internazionale

Avatar

About Redazione: Alla Redazione operativa e a quella allargata di Inchiesta partecipano: Mario Agostinelli, Bruno Amoroso, Laura Balbo, Luciano Berselli, Eloisa Betti, Roberto Bianco, Franca Bimbi, Loris Campetti, Saveria Capecchi, Simonetta Capecchi, Vittorio Capecchi, Carla Caprioli, Sergio Caserta, Tommaso Cerusici, Francesco Ciafaloni, Alberto Cini, Barbara Cologna, Laura Corradi, Chiara Cretella, Amina Crisma, Aulo Crisma, Roberto Dall'Olio, Vilmo Ferri, Barbara Floridia, Maria Fogliaro, Andrea Gallina, Massimiliano Geraci, Ivan Franceschini, Franco di Giangirolamo, Bruno Giorgini, Bruno Maggi, Maurizio Matteuzzi, Donata Meneghelli, Marina Montella, Giovanni Mottura, Oliva Novello, Riccardo Petrella, Gabriele Polo, Enrico Pugliese, Emilio Rebecchi, Enrico Rebeggiani, Tiziano Rinaldini, Nello Rubattu, Gino Rubini, Gianni Scaltriti, Maurizio Scarpari, Angiolo Tavanti, Marco Trotta, Gian Luca Valentini, Luigi Zanolio.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.