Aulo Crisma: Porec’u snijegu. Parenzo sotto la neve

| 27 Marzo 2015 | Comments (0)

 

 

POREC’ U SNIJEGU – PARENZO SOTTO LA NEVE è un libro di 300 pagine di carta patinata che, in una serie di numerosissime fotografie, mostra la cittadina istriana in un insolito abito invernale: la neve.
ll libro, edito da Errata Corrige nel 2011, me l’ha inviato in regalo Milivoj Debelich, che si definisce parentino della terza generazione, a partire dal passaggio dell’ Istria alla Jugoslavia. Io avevo mandato a lui il mio “PARENZO, gente, luoghi, memoria”. Tra il vecchio parentino esule e quello della terza generazione è sorta un’amicizia, favorita dagli scambi epistolari via Internet.
Le pagine introduttive di Drago Orlic’, in croato ed in italiano, sono accompagnate da foto in bianco e nero provenienti dall’archivio del marchese Benedetto Polesini, donato dal figlio Gian Paolo al Museo del territorio parentino, che documentano la comparsa della neve intorno agli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Altre istantanee in bianco e nero testimoniano la visita della neve nel 1956 2 nel 1963. Poi compaiono le foto a colori, che sono, nella maggior parte, quelle scattate il 19 ed il 20 dicembre 2009.
La raccolta segue un itinerario che va, partendo da sud, al Porto, alla Riva. Il palazzo comunale, costruito nel 1909 su progetto degli architetti Ruggero e Arduino Berlam, è raffigurato in ben quattordici pagine. Le gioie invernali, Aspettando la primavera, Le vie, le piazze, i tetti, Patrimonio storico, Le panchine abbandonate, Il panorama settentrionale, Parenzo di notte sono gli altri capitoli con la neve onnipresente.

Ma è Parenzo la vera protagonista negli aspetti più vari e suggestivi, colti dai ventotto autori degli scatti sia nelle vedute panoramiche che in quelle particolareggiate.
Se il libro può essere considerato anche come oggetto di promozione turistica, tuttavia non si può fare a meno di cogliere un vero sentimento di amore verso Parenzo da parte di coloro che ne hanno curato così bene l’edizione e da coloro che hanno prodotto le foto. Senza dubbio gli odierni cittadini vogliono bene a San Mauro loro protettore, pur chiamandolo Svetom Mauru.
Non hanno dimostrato grande amore quelli che hanno fatto dell’isola San Nicolò uno scoglio con sopra incagliata una “Concordia” di cemento che nessun rimorchiatore potrà trascinare via.

Tags:

Category: Arte e Poesia, Aulo Crisma e la rivista "inchiesta", Fumetti, racconti ecc.., Libri e librerie, Osservatorio Europa

Avatar

About Aulo Crisma: Aulo Crisma è nato a Parenzo nel 1927. Nel 1945 ha conseguito il diploma magistrale.Nel 1946 ha lasciato l'Istria come esule. Ha fatto il maestro elementare prima a Giazza, dove si è sposato con la collega Maria Dal Bosco, e poi a Selva di Progno. E' stato un attivo animatore culturale dirigendo il locale Centro di lettura, divenuto poi Centro sociale di educazione permanente. E' stato per molti anni corrispondente del quotidiano L'Arena di Verona. Ha condotto numerosi lavori di ricerca e documentazione sulla storia dei Cimbri, una popolazione di origine tedesca che si era insediata sui Monti Lessini verso la fine del XIII secolo, che ancora manteneva vivo nell'enclave di Giazza ,l'antico idioma alto tedesco.Ha fatto parte del Direttivo provinciale del Sinascel, sindacato nazionale della scuola elementare. Ha pubblicato "Guardie e contrabbandieri sui Monti Lessini" (con Remo Pozzerle), Ed. Taucias Gareida, Giazza-Verona, 1990; "Lessinia, una montagna espropriata" (con Remo Pozzerle), HIT Edizioni, San Martino Buonalbergo, 1999; "Bar lirnan tauc': Noi impariamo il cimbro, Ed. Curatorium Cimbricum Veronense,, Verona, 2001; "Parenzo, gente, luoghi, memoria" Ed. Itinerari educativi, Comune di Venezia, 2012. Attualmente vive con la moglie a Tencarola, in provincia di Padova, e collabora alla rivista Inchiesta.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.