Maurizio Landini: Caro Alexis, la lotta per la giustizia sociale ci vedrà sempre uniti

| 23 Settembre 2015 | Comments (0)

 

 

Diffondiamo da Dielle Magazin del  23 settembre 2015

Caro Alexis,
a nome di tutta la Fiom-Cgil voglio inviarti i più calorosi complimenti per il grande risultato ottenuto da Syriza nelle elezioni appena tenute. Insieme ai migliori auguri per il difficile ma fondamentale compito che attente te, il tuo prossimo governo, il tuo partito e l’intero popolo greco.

Complimenti per il coraggio e la coerenza dimostrati nel chiedere alla vostra gente un nuovo
pronunciamento elettorale e un mandato popolare per gestire il cambiamento, confermando così nuovamente di credere nella democrazia come strumento e pratica concreta del rapporto tra i cittadini e le istituzioni.


Complimenti per la forza e la determinazione dimostrate nella difficile trattativa con le istituzioni europee, difendendo con coerenza i principi su cui è stato avviato il processo di rinnovamento politico greco di cui tu e il tuo partito siete espressione, misurandoli concretamente con istituzioni e gruppi di potere europei dimostratisi spesso ostili.


Auguri per i compiti cui siete chiamati, perché, come tu hai ricordato poche ore dopo il voto di domenica scorsa, la lotta deve continuare e molte prove impegnative attendono voi e tutti noi allo scopo di cambiare i nostri paesi e l’intera Ue, sapendo che sarà necessario unire gli sforzi ed evitare quell’isolamento con cui le oligarchie europee intendevano sconfiggere la lotta per la libertà e per la giustizia del vostro popolo.


Sii certo, caro Alexis, che sulla strada dell’impegno per una maggiore giustizia sociale ci troveremo sempre insieme dalla stessa parte.

Un caro saluto e un abbraccio.

Maurizio Landini,
Segretario generale della Fiom-Cgil

 

Category: Lavoro e Sindacato, Osservatorio Europa

Avatar

About Maurizio Landini: Maurizio Landini è nato a Castelnovo ne’ Monti, in provincia di Reggio Emilia, nel 1961. È stato prima funzionario e poi Segretario generale della Fiom di Reggio Emilia. Successivamente, è stato Segretario generale della Fiom dell’Emilia Romagna, quindi di quella di Bologna. Nel 2005 è entrato a far parte dell’apparato politico della Fiom nazionale e dal giugno 2010 è Segretario nazionale della Fiom, succedendo a Gianni Rinaldini. Ha scritto, con Giancarlo Feliziani, Cambiare la fabbrica per cambiare il mondo. La Fiat, il sindacato, la sinistra assente (Bompiani, 2011). La sua storia personale e professionale è stata raccontata in Nei panni degli operai. Maurizio Landini e 110 anni di Fiom (e di Fiat) del giornalista Massimo Franchi (Fuori onda, 2011). «Inchiesta» ha pubblicato numerose sue interviste e interventi.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.