Gaetano Silvestri: La Costituzione deve essere presbite per guardare lontano. Attenti che non cada vittima dei miopi

| 17 Giugno 2016 | Comments (0)

 

 

 

 

Barbara Floridia ha intervistato il prof. Gaetano Silvestri [vedi sotto], Presidente Emerito della Corte Costituzionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dove, a titolo gratuito, Gaetano Silvestri è oggi Docente di Dottrina dello Stato presso l’Ateneo peloritano che lo ha visto già Rettore dell’Università di Messina. Oggi il professore è Presidente della Scuola Superiore della Magistratura, l’ente italiano con competenza esclusiva in materia di formazione e di aggiornamento professionale degli appartenenti all’ordine giudiziario in Italia. E’ un vero  piacere sentire le sue riflessioni opportune e oculate sull’importanza e il valore della Costituzione. I giovani devono conoscere la Costituzione per comprendere i loro diritti e i loro doveri. “La Costituzione deve essere presbite, deve vedere lontano, non essere miope” è una frase di Piero Calamandrei pronunciato all’Assemblea Costituente bella seduta del 4 marzo 1947. A questa frase Gaetano Silvestri aggiunge “Stiamo attenti che non cada vittima dei miopi”.

 

 

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=G1LzyyiQc5o[/youtube]

 

 

 

Tags:

Category: Lavoro e Sindacato, Osservatorio Sicilia, Politica

Avatar

About Barbara Floridia: Barbara Floridia è docente di letteratura italiana e latina dal 2000. Ha insegnato in vari Licei di Italia. Oggi è in ruolo presso il Liceo S. Savarino di Partinico (PA). Specializzata all'insegnamento nelle scuole di secondo grado (SISS) presso l'Università degli studi di Messina, ha conseguito il Diploma di Specializzazione biennale Post-Laurea in "Metodologie psicopedagogiche", il Master in «Dirigere, gestire e organizzare le istituzioni scolastiche e formative» e il Perfezionamento universitario in "Scuola ed educazione interculturale ". Inoltre, presso il centro studi LAB di Roma ha frequentato il corso in scrittura creativa "Laboratorio in scrittura per la narrativa e la sceneggiatura cinematografica" tenuto, tra gli altri, dal regista G. Tornatore, dallo scrittore A. Camilleri e dai giornalisti R. Cotroneo e V. Mollica. Ha diretto la regia della tragedia "Medea" di Seneca presso il Teatro Civico di Thiene (VI, 2003), ha scritto e diretto il recital “Sicilia: terra promessa «Hic quaerite Troiam»" (Castello di Spadafora, ME, 2007) ed è autrice del romanzo «Cesare ed io» (Ibiskos Editrice, 2014). Per ulteriori informazioni sulle attività di Barbara Floridia si veda www.barbarafloridia.com

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.