Marco Malvaldi: Odore di chiuso

| 4 Dicembre 2014 | Comments (0)

 

 

Marco Malvaldi, “Odore di chiuso”, Sellerio 2011 è un giallo di ambientazione ottocentesca: il castello, i delitti, la nobiltà decaduta, il maggiordomo e un italiano memorabile, il grande letterato gourmet studioso di storia naturale: Pellegrino Artusi. Sarà proprio il cuoco baffuto con il suo acume a fiutare il colpevole del delitto piombato nel castello del barone Bonaiuti, del quale è ospite. Questo giallo ha avuto il Premio ‘Isola d’Elba’ – Raffaello Brignetti 2011, Premio Castiglioncello 2011

In un castello della Maremma toscana vicino alla Bolgheri di Giosue Carducci, arriva un venerdì di giugno del 1895 l’ingombrante e baffuto Pellegrino Artusi. Lo precede la fama del suo celebre “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, il brioso e colto manuale di cucina, primo del genere, con cui ha inventato la tradizione gastronomica italiana. Ma quella di gran cuoco è una notorietà che non gli giova del tutto al castello, dove dimora la famiglia del barone Romualdo Bonaiuti, gruppo tenacemente dedito al nulla. La formano i due figli maschi, Gaddo, dilettante poeta che spera sempre di incontrare Carducci, e Lapo, cacciatore di servette e contadine; la figlia Cecilia, di talento ma piegata a occupazioni donnesche; la vecchia baronessa Speranza che vigila su tutto dalla sua sedia a rotelle; la dama di compagnia che vorrebbe solo essere invisibile, e le due cugine zitelle. In più, la numerosa servitù, su cui spiccano la geniale cuoca, il maggiordomo Teodoro, e l’altera e procace cameriera Agatina. Contemporaneamente al cuoco letterato è giunto al castello il signor Ciceri, un fotografo: cosa sia venuto a fare al castello non è ben chiaro, come in verità anche l’Artusi. In questo umano e un po’ sospetto entourage, piomba gelido il delitto. Teodoro è trovato avvelenato e poco dopo una schioppettata ferisce gravemente il barone Romualdo. I sospetti seguono la strada più semplice, verso la povera Agatina. Sarà Pellegrino Artusi, grazie alla sua saggezza e alle sue originali letture, a dare al delegato di polizia le dritte per ritrovare la pista giusta.

In Odore di chiuso Malvaldi ha lasciato al momento l’improvvisata squadra investigativa dei vecchietti del BarLume per potersi dedicare a un vero giallo classico, basato su interrogatori, intuizioni e conclusioni deduttive. Ha scelto l’epoca di un’Italia da poco unificata e ancora impastoiata nei particolarismi nobiliari con riferimenti storico letterari che occhieggiano ironicamente all’oggi. Ma senza abbandonare la sottigliezza umana che gli permette di disegnare ogni personaggio con insolente umorismo, offrendo gallerie di caratteri e situazioni comiche capaci di divertire tanto quanto l’ingegnosità dell’intreccio.

Marco Malvaldi (Pisa, 1974), di professione chimico, ha pubblicato con la casa editrice Sellerio i romanzi gialli della serie dei vecchietti del BarLume (La briscola in cinque, 2007; Il gioco delle tre carte, 2008; Il re dei giochi, 2010; La carta più alta, 2012; Telefono senza fili, 2014), salutati da un grande successo di lettori. Ha pubblicato anche Odore di chiuso (2011), Milioni di milioni (2012) e Argento vivo (2013).

 


 

La foto qui sopra è  relativa  alla rassegna letterari “Il Libro è Servito”,  che si svolge presso la biblioteca Casa di Khaoula, in via di Corticella 104 (BO), organizzata e curata da Katia Brentani, Lorena Lusetti e Michele Righini, giunta quest’anno alla seconda edizione. La terza e ultima serata del 28 novembre ha visto come ospiti Margareth Evangelisti, che ha presentato il libro “L’Artusi senza glutine”, 150 ricette tratte dal libro di Pellegrino Artusi rielaborate senza glutine, e lo scrittore Marco Malvaldi, che ha parlato del suo romanzo giallo “Odore di Chiuso”. Ha dialogato con gli ospiti Lorena Lusetti.




Category: Gialli e noir

Avatar

About Lorena Lusetti: Lorena Lusetti: Sono nata e vivo a Bologna, lavoro come segretaria, ed è proprio dall’ambiente lavorativo e dalla vita d’ufficio che traggo gli spunti per tratteggiare i personaggi dei miei romanzi. Scrivo storie e racconti di ogni genere, prediligo però il giallo e il noir, le vicende criminose sono in gran parte ispirate a fatti di cronaca. Nel 2006 ho pubblicato “Una Serata Tranquilla”, www.ilmiolibro.it, romanzo giallo/noir ironico e grottesco che ha per protagonista Rosa Moretti, una improbabile commercialista investigatrice.nNel 2008 ho pubblicato “FerieFobia”, Giraldi Editore. Una nuova avventura per Rosa Moretti, viaggiatrice per caso, alla ricerca di uno spietato assassino. Nel 2010 2 racconti nell'antologia stampata a conclusione del concorso “Scrivi con lo scrittore 2010”, organizzato dal Comune di Bologna; un racconto nell'antologia “E' solo poesia” GDS Edizioni. Nel 2011: in seguito alla partecipazione a concorsi letterari ho pubblicato diversi racconti in alcune antologie. Nel 2012: ho pubblicato “L’Ombra della Stella”, Damster editore. Romanzo noir. La protagonista è Stella Spada, una segretaria dalla vita tranquilla, che cambia lavoro e diventa, suo malgrado, un’investigatrice di professione con un senso della giustizia molto personale.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.