Franco di Giangirolamo: Il 25 aprile visto da Berlino

*

°

25 aprile 2021: Resistenza e antifascismo Con il Patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Francoforte sul Meno Partigiani sfilano per le strade di Milano dopo la Liberazione Il 25 aprile 1945 l’Italia venne definitivamente liberata dall’occupazione tedesca e dal regime fascista della Repubblica Sociale Italiana. Alla Liberazione diede un contributo decisivo, militare e morale, quel variegato fenomeno che fu la Resistenza, a cui parteciparono uomini e donne in armi, le partigiane e i partigiani, e tantissimi altri che sostennero la lotta armata o manifestarono in varie forme la propria opposizione alle truppe d’occupazione e ai collaborazionisti fascisti. Quel grande movimento, parte di una più ampia riscossa transnazionale dei popoli contro una guerra lunga e feroce e contro la barbarie nazifascista, consentì all’Italia e all’Europa di rifondarsi su basi democratiche.

 

Le sezioni ANPI di Germania (Berlino, Colonia, Francoforte) intendono commemorare il 25 aprile con un programma di incontri pubblici virtuali che si soffermano su aspetti meno noti della Resistenza, che consentono di riflettere sul valore tuttora vitale di quell’esperienza eccezionale e sulle ragioni quanto mai attuali dell’antifascismo e della promozione dei valori democratici nel momento delicato che stiamo attraversando. La Resistenza italiana, pur nelle sue specificità nazionali, fu parte di un movimento che interessò l’intera Europa e oltre, non solo perché essa vide il contributo di partigiani di diverse nazionalità ma anche perché declinava in chiave nazionale aspirazioni e valori che hanno accomunato, come forse mai prima nella storia, popoli diversi per tradizioni e cultura nella lotta per la pace, la libertà, la democrazia e la giustizia sociale. Con questa consapevolezza abbiamo deciso di offrire il nostro programma di approfondimento sulla Resistenza e le ragioni dell’antifascismo anche al pubblico del paese che ci ospita, la Germania, rendendo i suoi contenuti fruibili anche in lingua tedesca. Per partecipare, occorre preregistrarsi per ciascuna video-conferenza..

 

Domenica 25 aprile 2021, ore 10:30

VISITA GUIDATA VIRTUALE AI LUOGHI DELLA RESISTENZA AL NAZIONALSOCIALISMO A BERLINO Solo in italiano, numero di partecipanti limitato Un’esperienza volta alla ricerca delle tracce, visibili e nascoste, della devastante politica repressiva del Terzo Reich, che ancora si celano dietro le facciate degli edifici di Berlino. Dai palazzi del potere ai luoghi di prigionia ancora presenti sul territorio berlinese. Un itinerario per ricordare le atrocità di una delle pagine più buie della storia del Novecento, lontano dai memoriali istituzionali riconosciuti, che di certo costituiscono il tassello più importante della storia di Berlino, ma che non sono gli unici in grado di raccontare le storie. Per registrarsi inviare una mail a anpi.berlinobrandeburgo@gmail.com entro il 23 aprile.

 

Domenica 25 aprile 2021, ore 17:00

RESISTENZA E ANTIFASCISMO OGGI Carlo Greppi, storico e scrittore, in dialogo con Tommaso Speccher, filosofo e storico In italiano con sottotitoli in tedesco Carlo Greppi e Tommaso Speccher ripercorreranno, nel loro dialogo, alcune tappe dell’antifascismo storico e della Resistenza, definendo le peculiarità delle differenti esperienze in Italia e Germania. Sottolineando l’importanza di sviluppare un discorso europeo sull’antifascismo, i relatori ragioneranno sul significato della giornata del 25 aprile, e più in generale sulla memoria dell’antifascismo nel senso comune e nel dibattito pubblico di oggi. 

 

Sabato 1 maggio 2021, ore 18:00

LA RESISTENZA A ROMA Corrado Lampe, storico e giornalista In italiano All’indomani del 25 luglio 1943 rinasce l’attività dei partiti antifascisti che ha come prima tappa la fondazione, a Roma, del CLN, a ridosso dell’armistizio. Il 10 settembre, nella battaglia di Porta San Paolo, le forze naziste si trovano inaspettatamente di fronte militari e civili che resistono all’occupazione. Fino alla Liberazione, nella capitale opereranno numerosi gruppi armati, di tutti i partiti del CLN e anche oltre, formazioni popolari e di quartiere, che daranno filo da torcere all’occupante.

La conferenza avrà luogo anche in tedesco sabato 1 maggio 2021, alle ore 17:00. Per registrarsi alla versione in sola lingua tedesca utilizzare il link: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_Jon9iRUmSZaaSKlI4Rkh6Q

 

Domenica 2 maggio 2021, ore 18:00

I PARTIGIANI DELLA WEHRMACHT Mirco Carrattieri, storico, direttore generale dell’Istituto nazionale °Ferruccio Parri° Iara Meloni, storica, dottoranda all’Università Statale di Milano In italiano con sottotitoli in tedesco Il fenomeno della diserzione dall’esercito tedesco di occupazione in Italia, e quello della partecipazione attiva alla Resistenza da parte di militari della Wermacht, sono oggetto di una ricerca recente pubblicata dall’editore Le piccole pagine con il titolo ‘I partigiani della Wermacht’. In questo intervento vengono illustrati i principali risultati della ricerca ed evidenziate alcune biografie significative, che ricostruiscono sia il ruolo svolto dal protagonista durante la guerra, sia la vita civile successiva, sovente caratterizzata da silenzio e difficoltà nel riconoscimento pubblico di quell’esperienza.

 

 Sabato 8 maggio 2021 ore 18.oo

IL MERIDIONE E I MERIDIONALI NELLA RESISTENZA Giacomo Massimiliano Desiante, storico e ricercatore dell’IPSAIC In italiano con sottotitoli in tedesco Lo studio e la memoria della Resistenza al Sud e il contributo dei meridionali alla Resistenza nel Centronord sono un tema di ricerca storica recente. Non sono molto noti, infatti, gli avvenimenti che videro protagonisti i meridionali nel periodo della, pur breve, occupazione nazista, ma anche nelle numerose sommosse contro il regime, prima e dopo la caduta del fascismo. Noto, ma non pienamente indagato come tale, è poi il ruolo dei numerosissimi meridionali che agirono nelle formazioni partigiane delle regioni occupate del centro-nord.

 

REGISTRARSI

Per ulteriori informazioni, visitare il sito: https://anpi-deutschland.de/

Category: Editoriali, Guardare indietro per guardare avanti, Osservatorio Europa

Avatar

About Franco Di Giangirolamo: Franco Di Giangirolamo (1946) è il Presidente dell'Auser Regionale dell'Emilia-Romagna.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.