Bruno Giorgini: Pensierini in fine d’anno 2015

| 31 Dicembre 2015 | Comments (0)

 


 

 

L’anno più caldo. Oggi 31 Dicembre la temperatura del Polo Nord è di un grado centigrado sopra lo zero. Un caldo mai visto.

Le fratture. Da Oriente a Occidente in ogni punto è divisione. La guerra di Mesopotamia è guerra mondiale punteggiata.

Il tempo del terrore. Il primo secondo di terrore lo utilizzi dunque per procurare un secondo secondo di terrore, e il secondo secondo di terrore per procurare un ulteriore secondo di terrore, affinchè, dato che tu stesso non sei colpito da alcun secondo di terrore, tu possa procedere sempre, proprio quando si stanno riprendendo da un secondo di terrore, col prossimo secondo di terrore che avevi procurato loro mentre si stavano ancora riprendendo dal primo secondo di terrore, sicchè in conclusione i secondi di terrore non hanno più fine.

I Padri della Democrazia. Chi sacrifica la libertà in nome della sicurezza, non merita libertà nè sicurezza.

La disperazione di Dio. Nel mentre si uccide in suo nome egli benedice gli atei.

Il video quiz di Benni. Perchè tutte le volte che qualcuno fa il nome degli sceicchi dell’Arabia Saudita come finanziatori e manovratori del terrorismo, la notizia evapora? Il petrolio è un carburante o un’attenuante?

De mercenariis militibus. Sulle milizie mercenarie scrive Machiavelli: io voglio dimostrare meglio la infelicità di queste arme. E’ capitani mercenari, o e’ sono uomini nelle armi eccellenti, o no: se sono, non te ne puoi fidare, perchè sempre aspireranno alla grandezza propria, o con lo opprimere te  che li se’ padrone, o con lo opprimere altri fuora della tua intenzione. John Cooley, giornalista USA autorevole, stima che i fondamentalisti islamici finanziati, addestrati e armati con l’aiuto degli occidentali (CIA largamente in testa) siano decine di migliaia, addirittura forse 250.000 (duecentocinquantamila). Non sarà ora di tradurre il Principe in inglese?

Messaggio dal ghetto di Varsavia. Ho a disposizione ancora tre bottiglie di benzina e mi sono preziose come il vino per l’ubriacone. Quando ne avrò vuotata una su di me, vi introdurrò i fogli su cui sto scrivendo (..). Le altre due bottiglie le farò esplodere sulla testa degli scellerati quando verranno i miei ultimi istanti. Dodici uomini eravamo in questa stanza all’inizio dell’insurrezione, e per nove giorni abbiamo combattuto contro il nemico. I miei undici compagni sono caduti tutti, morti silenziosamente.

Norimberga. R. Jackson, rappresentante americano dell’accusa, disse all’inizio del processo di Norimberga contro i nazisti accusati di crimini di guerra e contro l’umanità, “dare agli accusati un calice avvelenato equivale a collocarlo anche sulle nostre labbra.”

La politica. Quando si va in guerra bisogna sapere che ogni colpo inferto al nemico è inferto anche a se stessi. La politica è una mano tesa al nemico perchè cambi. Politica, polis più ethica, ethos abitare, politica per rendere il mondo abitabile, la terra dove nessuno è straniero.

La posta in gioco. Che cosa è in gioco. Non un simbolo o una bandiera. E’ in gioco tutto ciò in cui crediamo: tolleranza, diritti civili, libertà, eguaglianza, fraternità. Tra noi umani e con la natura.

La rosa di Gerico. E’ una pianta erbacea che cresce libera nelle terre aride. Ha rami striati verdi disposti a rosetta quando il tempo è umido. Seccando si appallottola e ingiallisce, lasciandosi trascinare dal vento finchè non trova condizioni di nuovo adatte per la vita, dove si espande, prendendo colore e rifiorendo. Così è oggi per le donne e gli uomini di pace quando impera la guerra. E i bambini.

I bambini profughi. Stanno come d’autunno sugli alberi le foglie. Sotto gli alberi le foglie, morte e calpestate.

Fioriture. Oggi 31 Dicembre in Siberia fioriscono i mughetti. Auguri.

 

 

Category: Editoriali

Avatar

About Bruno Giorgini: Bruno Giorgini è attualmente ricercatore senior associato all'INFN (Iatitutp Nazionale di Fisica Nucleare) e direttore resposnsabile di Radio Popolare di Milano in precedenza ha studiato i buchi neri,le onde gravitazionali e il cosmo, scendendo poi dal cielo sulla terra con la teoria delle fratture, i sistemi complessi e la fisica della città. Da giovane ha praticato molti stravizi rivoluzionari, ha scritto per Lotta Continua quotidiano e parlato dai microfoni di Radio Alice e Radio Città. I due arcobaleni - viaggio di un fisico teorico nella costellazione del cancro - Aracne è il suo ultimo libro.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.