La Libreria delle donne a Milano ha 35 anni

| 15 Ottobre 2013 | Comments (0)

 

 

 

Diffondiamo da Milano post.info del 15 ottobre 2013 questo articolo di Claudia Fiorella

Nel 1975 in via Dogana, a Milano, a pochi passi dal Duomo, nasceva “La Libreria delle Donne. Lì, dal 1975 al 2002, in quella libreria, si è sviluppato il pensiero femminista e sono nate la rivista trimestrale “Via Dogana” e molte altre iniziative editoriali legate al mondo femminile. Dal 2002, la libreria ha dovuto cambiare sede, ma lo spirito è rimasto quello di 35 anni fa.

A proposito de “La Libreria delle Donne”, ecco cosa dicono Luisa Abba e Lia Cigarini, due delle promotrici: “La nostra è un’impresa femminista che non rivendica la parità, ma al contrario dice che la differenza delle donne c’è e noi la teniamo in gran conto, la coltiviamo con la pratica di relazione e con l’attenzione alla poesia, alla letteratura, alla filosofia. La Libreria è un luogo di discussione, o meglio è essenzialmente un luogo politico, per come intendiamo noi la politica, la politica del partire da sé. A livello culturale il femminismo è molto vivo perché in molte università ci sono esperienze di studio molto importanti, ma i media ignorano la presenza dei gruppi di autocoscienza.

I libri venduti, neanche a dirlo, sono tutti di donne: romanzi, libri di poesia, saggi di filosofia, di psicologia, di storia, di religione, libri d’arte e fumetti. Solo uno scaffale è dedicato a libri scritti da uomini, raggruppati con l’etichetta “Amici delle donne”. La clientela non è solo composta da donne, ma anche i maschietti sono degli assidui frequentatori. La Libreria, che vende libri anche per posta, possiede un fondo di testi esauriti e introvabili sulle tematiche specifiche del femminismo, per chi fosse interessato a questo tema. Di grande rilevanza è poi il Circolo intitolato alla poetessa Sibilla Aleramo dove vengono organizzate riunioni, discussioni politiche, proiezioni di film.

Anche “La Libreria delle Donne” risente della crisi, anche se ha ormai la propria clientela da anni.

Luisa Abba e Lia Cigarini aggiungono: “Le donne leggono più degli uomini e anche tra gli autori oggi le donne sono moltissime, in tutti i settori. Un tempo gli editori quasi ignoravano le autrici, oggi le inseguono, soprattutto le scrittrici di romanzi, perché sanno che sono proprio le donne a leggere di più”. La Abba e la Cigarini consigliano la lettura di due romanzi, “Cani selvaggi” di Helen Humphreys e “Il tempo e’ bastardo” di Jennifer Egan, e di due saggi “C’e’ una bella differenza” di Luisa Cavaliere e Lia Cigarini e “Autorità'” di Luisa Muraro.

 

Claudia Fiorella


 

Category: Donne, lavoro, femminismi, Libri e librerie

Avatar

About Redazione: Alla Redazione operativa e a quella allargata di Inchiesta partecipano: Mario Agostinelli, Bruno Amoroso, Laura Balbo, Luciano Berselli, Eloisa Betti, Roberto Bianco, Franca Bimbi, Loris Campetti, Saveria Capecchi, Simonetta Capecchi, Vittorio Capecchi, Carla Caprioli, Sergio Caserta, Tommaso Cerusici, Francesco Ciafaloni, Alberto Cini, Barbara Cologna, Laura Corradi, Chiara Cretella, Amina Crisma, Aulo Crisma, Roberto Dall'Olio, Vilmo Ferri, Barbara Floridia, Maria Fogliaro, Andrea Gallina, Massimiliano Geraci, Ivan Franceschini, Franco di Giangirolamo, Bruno Giorgini, Bruno Maggi, Maurizio Matteuzzi, Donata Meneghelli, Marina Montella, Giovanni Mottura, Oliva Novello, Riccardo Petrella, Gabriele Polo, Enrico Pugliese, Emilio Rebecchi, Enrico Rebeggiani, Tiziano Rinaldini, Nello Rubattu, Gino Rubini, Gianni Scaltriti, Maurizio Scarpari, Angiolo Tavanti, Marco Trotta, Gian Luca Valentini, Luigi Zanolio.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.