W il calcio: Calcio e razzismo

| 22 Gennaio 2013 | Comments (0)

 

 

 

Pubblichiamo questo comunicato della associazione bolognese W il calcio diretta da Fausto Viviani dopo il successo che la stessa associazione ha raggiunto nel favorire l’iniziativa per ricordare Arpàd Weitz (vedi interventi precedenti pubblicati nella nostra rubrica “Culture e Religioni”)


Sono solo quattro imbecilli. Quante volte abbiamo sentito questa giustificazione dopo l’ennesimo episodio di razzismo. Gli ultimi in ordine di tempo il caso Boateng a Busto Arsizio, il Bologna multato a San Siro durante i quarti di finale di coppa Italia contro l’Inter e, solo qualche giorno fa, i ragazzi della giovanile della Pro Patria accusati di aver insultato un avversario.

La domanda: che fine fanno  le migliaia di euro che le società multate pagano tutte le settimane?

La proposta:  perché non investire quelle risorse per finanziare iniziative di educazione interculturale e antirazzista nel mondo del calcio, tra i giovani e nella scuola?

Sarebbe molto bello se i vertici del Calcio ci rispondessero che è già così.

 

 

Category: Culture e Religioni, Sport e giochi

Avatar

About Fausto Viviani: Fausto Viviani: sindacalista funzionario presso la Cgil Emilia Romagna nel settore del welfare e delle organizzazioni civiche e sociali, il suo ufficio è denominato "Nuovi diritti" . E' stato responsabile del progetto "Delegato sociale" della Cgil. Ha fondato l'Associazione bolognese W Il calcio per un calcio responsabile e sostenibile.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.