Aldo Ridolfi

Aldo Ridolfi è nato e vive a Tregnago. Laureatosi in pedagogia ha esercitato la professione di insegnante effettuando con i suoi alunni numerose ricerche di carattere ambientale relative al proprio territorio. Ha prodotto diversi studi storico-geografici, tutti pubblicati su riviste locali; ha collaborato alla realizzazione di film e documentari, sempre di carattere locale; dal 2003 al 2008 è stato responsabile della Redazione della rivista Cimbri/Tzimbar. Ha collaborato a vario titolo alla realizzazione di libri e suoi racconti sono presenti su diverse antologie di premi letterari. Fa parte del GISM: Gruppo Italiano Scrittori di Montagna.

rss feed

Aldo Ridolfi: Il misterioso scorrere del tempo nella cattedrale di San Zeno (Bologna)

| 20 Ottobre 2019 | Comments (0)
Aldo Ridolfi: Il misterioso scorrere del tempo nella cattedrale di San Zeno (Bologna)

  Per una lettura dell’”Annuario storico zenoniano”, vol. XXVI-2019 Ognuno di noi, nei libri che sceglie o che gli capita di leggere, cerca cose diverse. Non necessariamente le stesse per cui quei libri sono stati scritti. Non so se quest’ultimo possa essere considerato un peccato, ma, se lo è, è un peccato veniale. È con […]

Read More

Aldo Ridolfi: Una storia del chiosco della cattedrale di San Zeno (Verona)

| 20 Ottobre 2019 | Comments (0)
Aldo Ridolfi: Una storia del chiosco della cattedrale di San Zeno (Verona)

  Per una lettura del XXV-2018 “Annuario storico zenoniano”. Me lo chiedo spesso davanti a volumi di serio impegno storico ove le analisi riposano sullo spoglio imponente di documenti, su competenze bibliografiche decennali, sul vaglio serrato di tesi precedenti e contemporanee. Mi chiedo spesso quale fruibilità possano avere per il non specialista (come è il […]

Read More

Aldo Ridolfi: Le prime traduzioni della Bibbia in castigliano tra cinque e seicento.

| 20 Ottobre 2019 | Comments (0)
Aldo Ridolfi: Le prime traduzioni della Bibbia in castigliano tra cinque e seicento.

      Esistono testi che nascono per un bisogno personale, per dare voce, per dare vita ad un intenso premere interiore. E’ questo un raccontare autentico, liberatorio, terapeutico. Altri testi, invece, sono il frutto di un lavorio incessante della fantasia e raccolgono storie che riescono a vi-vere nella pagina come se fossero reali. E […]

Read More