Roberto Dall’Olio: I gay e le torture in Cecenia

Roberto Dall'Olio | 10 maggio 2017 | Comments (0)

Le torture dei gay in Cecenia sono state  documentate da  Riccardo Amati nell’ Espresso del 9 maggio 2017 “Così noi gay veniamo torturati in Cececnia” . In questa nazione  Alvi Karimov, portavoce del presidente della Cecenia  Ramzan Kadirov. ha affermato che «I gay non esistono perché se esistessero, ci penserebbero i loro familiari a mandarli là da dove non si torna». Come ha raccontato uno dei sopravvissuti alle torture “La tecnica di tortura  si chiama zvonok Putinu, nel gergo dei servizi di sicurezza russi e vuol  dire telefonata a Putin. Consiste in una dinamo che fa passare scariche elettriche nel corpo del prigioniero, di solito attraverso il lobo dell’orecchio. Alle botte coi tubi di gomma si resiste: «Ti mordi le mani fino a sanguinare ma ce la puoi fare». L’elettricità è un’altra cosa. «Vedi che iniziano a girare la manovella, e sai che arriverà, e quando arriva il tuo corpo inizia a tremare, sai cos’è perché ci sei già passato, ma non capisci più cosa succede, urli di dolore che ti scoppia la gola, ti senti cadere, e poi ricomincia». Questo omosessuale torturato che è riuscito a fuggire a Mosca  spiega: “Sono  stato arrestato perché gay. Volevano che denunciassi i miei amici. I carnefici mi hanno liberato dopo un paio di settimane, consegnandomi alla famiglia con la raccomandazione che ci pensassero loro a finire d’ammazzarmi”. In Cecenia è anche ammesso l’ “ubiystvo chesti”, il delitto d’onore commesso da un uomo su una donna “infedele”. Il frammento di video in alto è stato diffuso in Russia da torturatori omofobi su Youtube,

 

I GAY E LE TORTURE IN CECENIA

 

si sentono

le urla

evadere

dalle mura

uno strazio

del silenzio

butterato

si sentono

le urla

evadere

dalle gole

le urla

che scuotono

la terra cecena

mentre la telefonata

calma

del Presidente

ai gay detenuti

arriva puntualmente

prima di cena

 

Category: Arte e Poesia, Osservatorio Europa

Roberto Dall'Olio

About Roberto Dall'Olio: Roberto Dall'Olio (1965) è attualmente Assessore all'intercultura, valorizzazione dei beni culturali e sport del Comune di Bentivoglio (Bologna). È membro del direttivo bolognese dell'Anpi. Poeta e autore dal forte impegno civile, insegna Storia e Filosofia al Liceo Classico "Ariosto" di Ferrara. Ha vinto il concorso nazionale di poesia va pensiero a Soragna (Parma).Tra le sue pubblicazioni: Entro il limite. La resistenza mite in Alex Langer (La Meridiana, 2000); Per questo sono rinato (Pendragon, 2005); La storia insegna (Pendragon, 2007); Il minuto di silenzio (Edizioni del Leone, 2008), La morte vita (Edizioni del Leone, 2010).

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.