Noi donne: Confederazione Italiana Agricoltori e l’Expo per una agricoltura sostenibile

| 29 Aprile 2015 | Comments (0)

 

 

 

 

Diffondiamo da Noi Donne.org del 29 aprile 2015 questi pensieri e azioni per un’agricoltura giusta e sostenibile

 

“Nuovi modelli di sviluppo per un’eticità delle produzioni agricole”. Questa è la svolta epocale, necessaria oggi, che Dino Scanavino, Presidente della Confederazione Italiana Agricoltori (CIA), porta all’EXPO 2015. Denso il programma tematico e di eventi. L’Esposizione Universale è costruita intorno al tema dell’alimentazione e lo slogan Nutrire il Pianeta-Energia per la Vita lascia risuonare note che compongono nuove armonie sull’uso delle risorse energetiche e ambientali, sulla lotta agli sprechi, sulla conservazione della biodiversità, sulla fertilità della terra e sulla fame nel mondo. CIA si è preparata all’appuntamento sia partecipando alla stesura della Dichiarazione Universale (Carta di Milano)che sarà il lascito dell’EXPO 2015 all’umanità, sia con la definizione delManifesto degli agricoltori CIA per Expo, un documento che intende essere il contributo specifico e originale della Confederazione al mondo dell’agricoltura.

 

 

Pubblichiamo una sintetica rassegna degli appuntamenti tematici programmati presso l’Auditorium del Padiglione Italia e nel Foyer. Incontri destinati a scandire e caratterizzare mese per mese la presenza di CIA all’EXPO – che avrà anche un ufficio permanente di rappresentanza – insieme a mostre, installazioni ed eventi vari. I temi degli incontri sono affrontati con un approccio divulgativo rivolgendosi ad un pubblico vasto e sensibile. Le questioni in programma riguardano tutti e tutte e possono essere così sintetizzati: la cura e il rispetto per la Vita nel e del Pianeta Terra. “I nostri appuntamenti sono imperdibili – spiegano gli organizzatori – perché saranno presentate le esperienze di successo e le migliori pratiche imprenditoriali con testimonianze dirette degli associati alla CIA e con i contributi di esperti italiani e stranieri”. Perché il futuro è già tra noi: occorre conoscerlo e saperlo valorizzare.


5 MAGGIO. Sicurezza alimentare; mese del pane e della letteratura
.

L’avvio dei vari focus è affidato alle prospettive future con il “Vivaio della Confederazione Italiana Agricoltorida coltivare per far crescere il Paese”. Il vivaio è inteso come “vivaio di giovani agricoltori e vivaio di nuove attività per l’agricoltura del futuro. Le start up dei nostri giovani e dei nuovi agricoltori per favorire il ricambio generazionale in agricoltura e garantire la sicurezza alimentare alle future generazioni”. La parola andrà a giovani imprenditori italiani ed europei, che con testimonianze in presenza e in video saranno i riferimenti del dibattito che vede importanti partner europei e italiani (AGIA, Comitato Scientifico CIA, Comitato scientifico per Expo, Istituzioni). Sempre con lo sguardo attento ai più piccoli è programmato un incontro sul filo dell’“Agricoltura: Vita e Benessere”,nell’ambito del Progetto Scuola in Fattoria che ha come obiettivo “l’educazione alimentare dei giovani e delle famiglie attraverso la realizzazione di Laboratori Didattici presso le aziende agricole”. La novità è rappresentata in questo ambito dal Progetto Fattorie Sportive, attivato “presso le nostre aziende agrituristiche”. I partner di questo specifico argomento sono: Turismo Verde, MIUR, Federazione Italiana Atletica Leggera, Rete Rurale Nazionale.

 

 

 

18 GIUGNO. Riqualificazione urbana e rurale; mese della pasta e del design.
Si parte con il tema “Acqua e Territorio: il futuro nelle mani degli agricoltori”affrontando la questione nodale dell’efficienza irrigua con contributi anche di esperti (CNR, INEA/CRA, Comitato scientifico EXPO, Istituzioni). Un approfondimento legato alla riqualificazione è “il verde nella sua funzione estetica e salutistica. Ci si interrogherà sulla possibile declinazione dei concetti di infrastrutture verdi nelle aree urbane e periurbane, della qualità dell’ambiente urbano con partner qualificati quali: Promoverde, ANCI, Associazioni Florovivaistiche, Cittadinanzattiva”. La partecipazione di Amministrazioni locali porterà un contributo fattivo alle concrete possibilità di intervento nei territori. Il tema della riqualificazione dei territorio e del paesaggio godrà dell’apporto e dell’esperienza degli ‘anziani’, che attraverso l’Associazione Nazionale Pensionati (ANP) interverranno su “Impresa tra tradizione e innovazione” ponendo al centro del dibattito “l’invecchiamento attivo e l’affiancamento al giovane agricoltore” oltre che “Il ruolo dell’agricoltore nell’evoluzione del paesaggio agrario e della vitalità del territorio. L’esperienza dei cambiamenti climatici nel territorio rurale. In collaborazione con Istituto Cervi, Associazioni e Reti locali”.

24 LUGLIO. Sostenibilità e biodiversità; mese della frutta e delle arti.
Affascinante il filo della “Biodiversità tra cultura e saperi, patrimonio degli agricoltori e dei consumatori” su cui si svolgeranno gli incontri della giornata. A partire dagli aspetti scientifici sulla biodiversità nel territorio pensando, ad esempio, all’agricoltura di montagna, alle esperienze dell’agricoltura biologica per la biodiversità del suolo. La CIA ha convogliato preziose collaborazioni italiane ed europee. Un approfondimento tematico sarà dedicato all’agricoltura in relazione alla Cultura. “Si discuterà del ruolo dell’agricoltore nella valorizzazione dei siti archeologici e del patrimonio architettonico sul territorio rurale italiano riflettendo sull’importanza dei paesaggi agrari che sono definiti patrimonio dell’umanità UNESCO. Un cammino che va dalla Carta di Matera promossa dalla CIA alla Città europea della cultura”. La collaborazione con Turismo Verde, FAI, Ministero dei Beni Culturali, UNESCO, Università suggelleranno il senso più profondo delle varie testimonianze. Il 24 luglio il protagonismo sarà tutto al femminile, con l’assemblea dell’Associazione Donne in Campo e la presentazione del progetto AgriCatering “per la valorizzazione del prodotto aziendale nella ristorazione con un percorso diretto dei prodotti che va dal campo alla tavola”, vincitore del concorso EXPO per l’imprenditoria femminile “We Women for Expo”. È previsto anche un approfondimento tematico di Donne in Campo sull’impresa al femminile nell’agricoltura sociale con particolare riguardo agli Agriasili.

28 AGOSTO. Cooperazione e mercati; mese dell’acqua e dello sport.
Si parla molto spesso di “valorizzazione degli itinerari e dei sistemi economici territoriali come nuove opportunità sui mercati internazionali”. Con “Strategie di successo per un’agricoltura che guarda ai mercati” EXPO sarà occasione per un incontro tecnico basato su “esempi di filiere di qualità legate al territorio” anche attraverso il contributo di partner in grado di portare specifiche competenze, quali OP, Consorzi, Associazioni bio, ICE, Unioncamere, oltre al Comitato scientifico CIA. L’attenzione all’economia e ai suoi meccanismi è confermata con la Tavola rotonda “sull’esperienza degli organismi interprofessionali in Unione Europea per la creazione e l’equa distribuzione del valore nella filiera agroalimentare”, argomento su cui si confronteranno rappresentanti della Commissione Ue insieme ai Presidentidelle principali OI spagnole e francesi”. Le nuove strategie economiche non possono prescindere, oggi, dal web e dal ruolo che può avere anche in agricoltura. Ecco quindi l’obiettivo dell’appuntamento su “l’e-commerce come opportunità di vendita direttadei prodotti di qualità on-line che possono affidarsi anche alle nuove tecnologie ICT per la tracciabilità del prodotto”. Al dibattito porteranno contributi derivanti da esperienze dirette delle associazioni CIA quali La Spesa in Campagna e Turismo Verde. Lo sguardo si aprirà al mondo con “l’approfondimento tematico sulle esperienze di cooperazione internazionale allo sviluppo agricolo realizzate dalla CIA tramite la propria Ong ASeS (Associazione Solidarietà e Sviluppo) dando la parola ai protagonisti internazionali dei progetti ASeS in America Latina e Africa”.

9 SETTEMBRE. Conservazione e creatività; mese del vino e della musica.
La “Ricerca e l’Innovazione per l’agricoltura del futuro” sono la grande scommessa di questo tempo e l’EXPO è un’occasione imperdibile per esaminare alcuni aspetti anche tecnico-scientifici “sulle innovazioni di processo e di prodotto nella produzione di Proteine Vegetali per l’alimentazione animale”. Saranno messi a confronto i contributi di CNR, CRA, Università, Istituti Zooprofilattici, Commissione Europea, Comitato Scientifico CIA, Comitato Scientifico per Expo. Accanto a questo snodo, sarà messa a fuoco con una Tavola Rotonda la questione della produzione della conoscenza e dell’adozione delle innovazioni, con una riflessione sul rapporto tra impresa agricola e innovazione cui parteciperanno esponenti dei CNR, CRA, Università, Horizon 2020, Comitato Scientifico CIA, Comitato Scientifico per Expoe MIUR. Sulle produzioni agricole non destinate a diventare alimento è prevista un’attenta riflessione. “Tema delicato il rapporto tra agricoltura food e non food, che può e deve svilupparsi non come competizione ma, invece, sulle note dell’integrazione per la produzione di agroenergie rinnovabili nelle imprese agricole. Al tavolo della discussione saranno presenti rappresentanti di AIEL, Ministeri, Istituzioni italiane, Associazioni della Green Economy, oltre a partner europei. Altro approfondimento sarà dedicato all’efficienza energetica per la riduzione dei consumi e delle emissioni nell’impresa agricola e nelle filiere agroalimentari chiamando al confronto esperti di AIEL, Ministeri, ENAMA, partner industriali per la produzione di impianti e partner europei”.

29 OTTOBRE. Innovazioni tecnologiche; mese dell’olio e della moda.
Gran finale con l’Assemblea Nazionale CIA che si vuole tenere nell’ambito di EXPO per sottolineare la strategia assunta “dare valore alla terra e ai nostri agricoltori”. Accanto alla presentazione del docu-film di Guido Turus (un progetto in collaborazione con il Mipaaf), l’evento di punta sarà la “presentazione del Manifesto degli agricoltori per Expo: la legacy della CIA e il suo contributo per la Dichiarazione Universale EXPO”.

 

| 29 Aprile 2015

 

Category: Ambiente, Cibi e tradizioni, Osservatorio Milano

Avatar

About Redazione: Alla Redazione operativa e a quella allargata di Inchiesta partecipano: Mario Agostinelli, Bruno Amoroso, Laura Balbo, Luciano Berselli, Eloisa Betti, Roberto Bianco, Franca Bimbi, Loris Campetti, Saveria Capecchi, Simonetta Capecchi, Vittorio Capecchi, Carla Caprioli, Sergio Caserta, Tommaso Cerusici, Francesco Ciafaloni, Alberto Cini, Barbara Cologna, Laura Corradi, Chiara Cretella, Amina Crisma, Aulo Crisma, Roberto Dall'Olio, Vilmo Ferri, Barbara Floridia, Maria Fogliaro, Andrea Gallina, Massimiliano Geraci, Ivan Franceschini, Franco di Giangirolamo, Bruno Giorgini, Bruno Maggi, Maurizio Matteuzzi, Donata Meneghelli, Marina Montella, Giovanni Mottura, Oliva Novello, Riccardo Petrella, Gabriele Polo, Enrico Pugliese, Emilio Rebecchi, Enrico Rebeggiani, Tiziano Rinaldini, Nello Rubattu, Gino Rubini, Gianni Scaltriti, Maurizio Scarpari, Angiolo Tavanti, Marco Trotta, Gian Luca Valentini, Luigi Zanolio.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.